Week-end a Corigliano Rossano, tra storia e tradizioni

TIPOLOGIE

Enogastronomia

+ 2
DIFFICOLTÀ

Facile

ETÀ MIN

Tutte le età

179

Un bellissimo week-end nella terza città, per estensione, della Calabria. Due comuni unitisi da pochi anni, due centri storici tra i più belli d'Italia. Storia, cultura, tradizioni tra arte bizantina e enogastronomia d'eccellenza.

Un magnifico week-end a Corigliano Rossano, consigliato per chi vuole scoprire luoghi e cultura culinaria mai vista prima.

SERVIZI INCLUSI

Sistemazione in hotel 4* zona Corigliano-Rossano

Tour guidato come da programma

Trattamento n. 2 HB (1 pranzo e 1 cena in hotel)

Aperitivo tipico in locale storico

Cena tipica in ristorante

Ingressi come da programma

Bevande incluse

Accompagnatore turistico

SERVIZI NON INCLUSI

Quotazione autobus su richiesta anche dagli aeroporti

Volo da sede di provenienza

Eventuale tassa di soggiorno da pagare in loco ove prevista

Quanto non indicato alla voce “Servizi inclusi”

ALTRE INFO

Costo a persona

Gratuità: 1 ogni 25 partecipanti paganti

Supplemento singola € 40.00
Bambini 3/11 anni: riduzione 20%
Infant 0/2 anni: gratuito
Adulto in 3 ° e 4° letto: riduzione 10%
Assicurazione integrativa (medico-bagaglio e annullamento): quotazione su richiesta

Partenze: Tutti i week-end dell’anno (Sono esclusi il primo, il secondo e il terzo week-end di Agosto)
** tour effettuato con un minimo di 24 persone, per numeri inferiori quotazione su richiesta

Giorno per giorno

GIORNO 1 - Arrivo a Rossano

GIORNO 2 - Visita al centro storico di Rossano

Prima colazione in hotel e partenza per l’Abbazia del Patire: edificata nel XII secolo d.C. a 600 metri di altitudine tra le montagne della Sila Greca; è un antico cenobio basiliano costruito grazie alle elargizioni dei principi normanni. Venne dedicata a Santa Maria della Nuova Odigitria, ma la chiesa rimasta oggi è conosciuta col nome di Santa Maria del Pathire o semplicemente Pathire, nome che deriva dal greco patèr, in segno di devozione al suo padre fondatore San Bartolomeo da Simeri. Dell'attiguo monastero basiliano restano soltanto una fila di arcate a tutto sesto in muratura e una parte della torre campanaria. Il resto purtroppo è andato distrutto, ma la zona circostante ha saputo conservare l'atmosfera mistica tipica dell'arte basiliana. Rientro in hotel per il pranzo e, nel pomeriggio, partenza per il centro storico di Rossano, percorrendo la strada panoramica che offre una vista meravigliosa su tutta la piana di Sibari. La nostra passeggiata ci porterà ad ammirare le bellezze di questo borgo, imponente e colmo di storia. Sin da subito ti renderai conto della sua bellezza. Camminando tra i tanti palazzi nobiliari, si arriva in Piazza Steri, centro nevralgico della vita culturale e sociale della città ancora oggi. Saliremo un po’ più in alto e visiteremo la Chiesa di San Bernardino e il suo omonimo palazzo sede di numerosi eventi durante l’anno. Passeggiando nel suo chiostro si percepisce la storia che affonda le radici nei secoli passati. Da qui, la passeggiata ci porterà di fronte a Palazzo Martucci, uno dei più significativi palazzi nobiliari e dal piazzale antistante si gode di una vista unica dell’antico borgo. La nostra visita avrà il suo culmine nella Cattedrale-Santuario contenente l’icona bizantina della Madonna Achiropita. A seguire, ingresso al Museo Diocesano e del Codex per ammirare il prezioso evangelario: il CODICE PURPUREO, l’Evangelario illustrato più antico al mondo, patrimonio UNESCO nella categoria Memory of the World. Si i tratta di un manoscritto del VI secolo con figure dipinte tra le prime raffigurazioni di Cristo. Al termine della visita ci si potrà immergere nei sapori della tradizione rossanese con un aperitivo tipico in un locale storico, il quale raccoglie le eccellenze del territorio. Visita alla Chiesa di San Marco, risalente al IX-X secolo e simbolo del periodo bizantino che attraversò la città grazie al quale Rossano viene definita “la Ravenna del Sud”. Cena in ristorante tipico.

GIORNO 3 - Visita al centro storico di Corigliano

Prima colazione in hotel e trasferimento al centro storico di Corigliano per la visita guidata al Castello Ducale, fra i più belli e meglio conservati di tutto il Meridione. Il castello dovette certamente far parte della linea difensiva che il condottiero normanno Roberto il Guiscardo realizzò tra il 1064 e il 1080 nella Valle del Crati, per controllare e assediare le città e i territori insofferenti al suo giogo: tra questi la vicinissima Rossano bizantina. Il primo castellano fu un vassallo del Guiscardo, un certo Framundo, proveniente da Losdum in Francia. A Roberto Sanseverino IV conte di Corigliano dal 1339 al 1361, si deve il primo adeguamento, che da un lato servì ad adattare parte del castello a residenza signorile, e dall'altro fece assumere all'edificio l'aspetto tipico dell'architettura fortificata di epoca angioina. Secondo la tradizione locale, vi nacque nel 1354 Carlo D'Angiò, che nel 1381 diventerà Re di Napoli con il nome di Carlo III. Al termine della visita partenza per il rientro.

    PER INFORMAZIONI

    Nominativo:


    Email:


    Recapito telefonico:


    Tipo di richiesta:


    Messaggio:


    Ho letto l'informativa privacy e acconsento alla memorizzazione dei miei dati nel vostro archivio secondo quanto stabilito dal regolamento europeo per la protezione dei dati personali n. 679/2016, GDPR.

    CONTATTA ANDIRIVIENI

    Contatta l'Agenzia 0983 290399

    Convidi questo viaggio